La tintura di Galle

Bene bene, oggi posto le foto definitive della lana che ho tinto 
con le galle di quercia.
Ho fatto due bagni successivi alla prima effettuata il 17 novembre,
e questi sono i due risultati

1 - Lana merinos baby (pura lana vergine)
tinta con un  2° bagno il 20 novembre


2 - Lana Merinos (pura lana vergine) più grossa
tinta con un 3° bagno il 25 novembre



Quì si vede meglio



Inoltre, ho provato ha "buttare" nel bagno (mentre lavavo la lana merinos grossa) un pezzo di tessuto, per vedere l'effetto





Ma che cos'è una galla di quercia?
E' questa quì....



ossia si tratta di una malformazione a carattere escrescente che si forma su foglie, rami, tronco e radici degli alberi, provocata dai parassiti, funghi, batteri e insetti.
Quando questa escrescenza secca e cade a terra, è pronta per estrarre il colore e tingere a più non posso^^.... per il semplice motivo che le fibre e i tessuti non hanno bisogno di essere mordenzati, ossia di essere preparati al fissaggio del colore.
Infatti le galle (come alcune altre piante) hanno al loro interno il tannino, ossia una sostanza che contine già il fissante necessario, percio basta riscaldare il bagno e far cuocere la fibra per dargli il tono che si vuole.

Ovvio che il primo bagno è sempre il più scuro, mano a mano che si tinge, il bagno si scarica fino a non colorare più.


Sono molto sodisfatta della riuscita, e non vedo l'ora di mettere mano alla lana per farci qualche piccolo progettino ^__^.

Alla prossima!

Commenti

Post popolari in questo blog

Shibori: tecnica giapponese di tintura.

Ovetti di Pasqua all'uncinetto.

Palline decorative all'uncinetto^^......