Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2013

Serie manga finite: The earl and the fairy

Immagine
E ritorniamo a parlare di manga!

THE EARL AND THE FAIRY

Questa serie è stata pubblicata in Italia dalla Flashbook, ed è composta da "soli" 4 volumi (con sovracoperta al prezzo di € 5,90).
I disegni sono di Ayuko, mentre la storia è di Mizue Tani.

La curiosità di leggere e avere fra le mani questo titolo, è nato semplicemente dall'aver visto l'anime "Hakushaku to Yousei": serie in 12 episodi datato 2008.

La storia mi è subito piaciuta per l'ambiente inglese ottocentesco e per l'argomento "fatato"^^: la nostra protagonista, Lydia, è una fanciulla dai lunghi capelli rossi e occhi verdi che ha il dono di vedere le fate.
Questo potere lo ha ereditato dalla madre, e dalla stessa genitrice ha ereditato anche il "mestiere" di "FAIRY DOCTOR" ossia di dottore delle fate, a diciamo che i suoi servigi non sono molto richiesti....
Ma le cose cambiano quando si trova a stretto contatto con uno strano tizio di nome Edgar.
Esgar è affascinante…

Uncinetto: metti due farfalle su un paio di guanti.

Immagine
In attesa del corso di tintura naturale delle fibre vegetali,  in questi giorni mi sono dedicata ad usare la lana che nel frattempo ho tinto con il melagrano. Come si dice, è inutile avere il materiale se  poi non lo si utilizza.  Quindi ho cercato tra i miei gruppi di crochet e uncinetto su Fb (c'è ne sono veramente a miglioni oni oni) e mi sono inbattuta in quest'immagine:


Devo dire che è presente in parecchi blog, pagine di FB, Google ecc ecc, quindi mi è veramente difficile mettere i crediti.
Comunque, questo è  il risultato:
(non fate caso alle mia mani^^)


ho utilizzato il 1° bagno di melograno (il più scuro) per il guanto, mentre il 2° bagno per le due farfalline.






Sono un pelino grandi, ma mi piacciono veramente tanto^^!
E lo schema non è complicato come sembra: - il primo step è creare un rettangolo di file che misuri cm 15 di altezza e cm 17 di larghezza; - il secondo è di effettuare il bordo con i piccoli ventaglietti (parte superiore); - il terzo di effettuare il il bordo inf…

Ass. Rosso di Robbia: Corso di tintura naturale delle fibre vegetali (cotone-lino-canapa)

Immagine
Vista la grande richiesta, l'Associazione Rosso di Robbia organizza per il finesettimana del 9 e 10 marzo 2013 un cosro di tintura naturale delle fibre naturali! Con l'arrivo della bella stagione, si lascia la lana per dare spazio al cotone, al lino e alla canapa^^!


CORSO DI TINTURA NATURALE DELLE FIBRE VEGETALI
sabato 9 marzo 2013 ore 15-18 e domenica 10 marzo 2013 ore 10-13 e 14-17 dove: Centro Giovani Kas8
Via Ravenna, 75 - Igea Marina (Rn)



Il corso teorico-pratico, articolato in un fine settimana, è rivolto a coloro che desiderano riscoprire antichi saperi per realizzare colori unici con i quali tingere filati e tessuti in cotone, lino e canapa. I partecipanti sperimenteranno attivamente le varie fasi del lavoro, dalla preparazione delle fibre alla tintura, con la realizzazione di un campionario di 5/6 colori base.
Contenuto del corso (durata: 9 ore ca.):
- introduzione alla tintura naturale: la sua storia nei secoli con particolare riguardo ai paesi del Mediterraneo;
- …

Tintura naturale: melograno e sfumato di legno campeggio.

Immagine
Finalmente riesco a postare l'ultima tintura che ho fatto! Questa volta ho provato a eseguire una sovrapposizione: a una base chiara ho sovrapposto in più punti una tintura scura. Ho usato come base la tintura di melograno di 3° bagno, mentre sopra vi ho usato un bagno di legno campeggio, che dà una tonalità blu. Del melograno ho già parlato, quindi oggi posto un qualche accenno al legno campeggio. Il legno campeggio è una pianta esotica originaria del messico il cui nome deriva dalla baita di Campeche. Il colore si ottiene attraverso la macerazione del legno in acqua, e ulteriore decotto: in questo modo, si ottiene tutta la varietà dei viola e dei blu. Ha un ottimo potere tintorio (ne basta il 50% su un etto di filato) ma ha un difetto: non resiste molto all'esposizione della luce solare, quindi è bene riporlo al buio quando non si usa il manufatto. Proprio per questa sua carateristica, utilizzare manufatti tinti con questa pianta può essere un problema (praticamente, stingono), ma …